Loading

Scuola di Naturopatia e Kinesiologia Cronoquantistica

Scuola di Naturopatia e Kinesiologia Cronoquantistica

La Scuola di Naturopatia e Kinesiologia Cronoquantistica integra la Kinesiologia e la Naturopatia con la Fisica Quantistica e con il Modello Tradizionale Cinese, i Cinque Elementi, il cibo, il linguaggio, la reflessologia del corpo e altre discipline attraverso procedure pratiche ed innovative.

Le procedure insegnate ai corsi si basano sul potere dell’organismo di accedere ai risultati desiderati. Il DNA, infatti, è un’antenna in grado di emettere e ricevere segnali e sintonizzarsi su ciò che è meglio per noi. Questo concetto di Fisica Quantistica regola la nostra vita quotidiana molto più di quanto possiamo immaginare e il segreto del successo e del benessere dipende da queste interconnessioni.

Dalla Kinesiologia e dalla naturopatia insieme alla più recenti scoperte della fisica nasce un metodo pratico e innovativo, che viene insegnato e praticato nei corsi e che permette di sintonizzarsi con le frequenze della prosperità e del benessere.

Cos’è per noi la kinesiologia di interconnessioni

La kinesiologia è un sistema che integra i moderni metodi di benessere occidentali alla saggezza della tradizione orientale. Serve per sviluppare il proprio potenziale e attivare le proprie risorse, per aumentare il benessere e migliorare la qualità della vita. Lo strumento fondamentale di lavoro della kinesiologia è il monitoraggio muscolare.

Con il monitoraggio muscolare si valutano gli stress presenti e passati di una persona e si scelgono le soluzioni più adatte per ritrovare il benessere e la forma migliore, attraverso opportune tecniche fisiche, emotive e mentali. Il monitoraggio muscolare permette perciò di dialogare con l’organismo e ottenere informazioni dalla totalità della persona dando a ciascuno solo ciò di cui ha veramente bisogno, senza andare per tentativi. In questo modo a parità di obiettivi ciascuno segue un percorso diverso e strettamente personalizzato.

Kinesiologia di interconnessione e benessere globale

Nell’effettuare il monitoraggio muscolare, il kinesiologo sceglie un “muscolo indicatore” che risponda durante la sessione in merito allo stress dell’intero organismo; cerca così la risposta a sfide di varia natura (fisiche, emotive, mentali etc.) ed individua rapidamente l’area di stress prioritario. Da qui si sviluppa la procedura kinesiologica, che avvia il cambiamento e porta l’organismo ad organizzarsi nel modo migliore per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Il monitoraggio muscolare kinesiologico permette di percepire i cambiamenti di risposta muscolare che indicano un qualche blocco del sistema di adattamento della persona; in questo modo è possibile sia scegliere le tecniche prioritarie da applicare, sia ottenere le prove dei progressi. Le tecniche sono molte e considerano tutti gli aspetti dell’uomo nella sua globalità: possono coinvolgere le energie sottili, come ad esempio il riequilibro dei chakra, dei corpi aurici o lo sfioramento dei meridiani; può essere più legata al corpo fisico, come ad esempio dolci input di mobilizzazione, stimolazione dei punti neurolinfatici o neurovascolari;  possono essere mentali ed emotive, ad esempio sottoforma di affermazioni; o ancora vibrazionali come l’uso di cristalli; o biochimiche come la rilevazione dei cibi e dei sostegni più adatti ad aumentare l’energia della persona. La persona attraverso il monitoraggio muscolare sceglie tra tutte le tecniche quelle più adatte in quel momento per raggiungere un benessere globale e quindi attua essa stessa un programma personalizzato. In questo modo due persone con esigenze e richieste simili, che lamentano problemi simili, conducono a sessioni di lavoro completamente diverse poiché il disagio viene ricondotto alle cause, che sono diverse per ognuno.

Monitoraggio muscolare e Kinesiologia di interconnessioni

Fare il monitoraggio muscolare non vuol dire fare kinesiologia, né essere kinesiologo. Ciò che contraddistingue un kinesiologo è l’uso di una procedura di lavoro kinesiologica organizzata e strutturata, che entri molto in profondità nell’ecologia della persona e volga lo sguardo ai temi non risolti, per liberare le energie bloccate e renderle disponibili per il miglioramento. La procedura kinesiologica è un metodo ampio e articolato, che permette di andare ai blocchi energetici del disagio e di sviluppare la propria autoconoscenza ed è strutturata in modo che in ogni momento il kinesiologo sappia cosa fare e come farlo.

La partecipazione a qualche seminario di kinesiologia di interconnessioni è molto utile per avere un’idea del monitoraggio muscolare e di come funzioni la kinesiologia. Tuttavia, la procedura kinesiologica che caratterizza l’attività del kinesiologo viene appresa in forma compiuta e organizzata solo alla fine primo anno di studi, durante il quale lo studente compie una maturazione ed evoluzione personale e raggiunge una certa abilità nell’uso del monitoraggio muscolare, nelle verifiche delle strutture energetiche del corpo (chakra, meridiani e corpi aurici), nei monitoraggi muscolari riguardanti lo stress emotivo e mentale e lo stress biochimico.